Fatturazione elettronica tra aziende: il caso poltrona Frau


Poltrona Frau è tra le prime aziende in Italia ad utilizzare la fatturazione elettronica tra aziende.

La fatturazione elettronica tra privati sarà obbligatoria dal 2019 in Italia. Poltrona Frau ha anticipato i tempi e ha scelto come partner Teamsystem.

Essere pronti ad accogliere le novità e curare i dettagli è fondamentale per il business di un’azienda sinonimo di design italiano. Ecco una breve intervista al Dott. Mauro Scaroni, Business Application Manager di Poltrona Frau.

fatturazione elettronica tra aziende

Poltrona Frau ha un parco di circa 2500 fornitori attivi, suddivisi in due grandi filiere:

– quella dei professionisti, numerosa e con una grande dispersione;

– quella dei fornitori industriali, dove la criticità è data dalla elevata produzione di fatture molto parcellizzate. Sono molto pesanti da registrare, a causa delle tantissime righe inserite e per la complessità delle operazioni richieste.

Perché passare alla fatturazione elettronica tra aziende prima dell’obbligo 2019?

Circa un anno fa, la divisione finanza e controllo dell’azienda ha preso atto che la registrazione delle fatture fornitori stava assorbendo troppe risorse dell’amministrazione. Era un’attività, necessaria ma ripetitiva e a basso valore aggiunto, portava via troppo tempo. Era necessario trovare una soluzione.
Tra le strade possibili anche quella della lettura OCR, ipotesi ben presto archiviata per le poche garanzie di esattezza del dato.

“Quando è entrata nel vivo la tematica della Fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione, –  spiega Mauro Scaroni –  abbiamo capito che lo standard XML aveva un futuro.  Avremmo potuto utilizzarlo per scambiare fatture elettroniche con i nostri fornitori.

Registrare fatture elettroniche sarebbe stato molto più semplice e veloce per il personale amministrativo dell’azienda. Gli automatismi avrebbero ridotto considerevolmente anche il numero di errori.”

Nello stesso periodo TeamSystem stava implementando AGYO, una piattaforma per la gestione di processi digitali normati. Il plus era la validità tra tutti i vari attori coinvolti, come imprese, PA, professionisti, Agenzia delle Entrate, con l’obiettivo di promuovere una vera e propria filiera digitale.

Come funziona la fatturazione elettronica b2b Agyo?

Fu subito chiaro che AGYO, piattaforma in Cloud aperta e facilmente accessibile a qualsiasi categoria di partita IVA, era la soluzione ottimale per le esigenze di Poltrona Frau.

Era intuitivo e, soprattutto, economicamente sostenibile per tutti i fornitori. AGYO avrebbe permesso loro di inviare direttamente fatture elettroniche a Poltrona Frau che, a sua volta, le avrebbe ricevute e registrate in automatico.

Inoltre, quasi tutti i fornitori interpellati sapevano che era necessario dotarsi di un software per l’XML per avere rapporti commerciali con la PA. Tanto valeva cavalcare da subito l’onda della fatturazione elettronica tra aziende.

“Il progetto è stato venduto ancora in fase embrionale, cioè ancor prima di avere inizio. – afferma il Dott. Scaroni – Volevamo essere sicuri di proporre qualcosa di esattamente funzionante e adesso lo stato di avanzamento vede già un ingresso significativo di fornitori. Ci aspettiamo, a ondate, l’arrivo di molti altri.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *